Menu

Ventilazione meccanica controllata termodinamica con pompa di calore

Scopri soluzioni per Ventilazione meccanica controllata termodinamica con pompa di calore nel nostro showroom a Siena!

Che cos'è la ventilazione meccanica controllata termodinamica?

La ventilazione meccanica controllata termodinamica è una macchina ventilante a doppio flusso abbinata a una pompa di calore che utilizza il calore dell'aria estratta per ottenere altissimi rendimenti e scaldare ulteriormente l'aria che immette in ambiente. Da un lato l'aria viene aspirata dall'edificio e passa attraverso una pompa che ne estrae tutto il calore prima di espellerla a una temperatura di circa 3 °C. Dall'altro lato l'aria viene aspirata dall'esterno e, prima di essere immessa nell'edificio, viene riscaldata dalla pompa di calore arrivando anche fino a 37°C. Dunque la ventilazione meccanica controllata termodinamica, oltre a permettere un ricambio di aria all'interno di un edificio senza la necessità di aprire le finestre, permette anche di riscaldare in tutto o in parte l'ambiente. Grazie al principio della pompa di calore è anche possibile invertire il ciclo e raffrescare l'edificio nel periodo estivo. La macchina ha inoltre dei filtri che evitano di immettere cattivi odori o polveri all'interno dell'edificio.

A cosa serve la ventilazione meccanica controllata termodinamica?

Poichè ogni persona nell'arco di 24 ore emette circa due litri di umidità (considerando le azioni che compie come lavare, cucinare, respirare, sudare), è naturale che in ogni ambiente ci sia una importante componente di umidità, batteri, polveri e altre sostanze; soprattutto se l'ambiente è munito di finestre ad alta efficienza o cappotto termico che impediscono alla casa di respirare per evitare di disperdere calore. La ventilazione meccanica controllata termodinamica, al contrario, permette di arieggiare in modo efficace tutti i locali senza la necessità di dover aprire le finestre, e inoltre può riscaldare o raffrescare gli ambienti grazie a una pompa di calore estremamente efficiente grazie al calore che preleva dall'aria ambiente prima di espellerla.

Che differenza c'è tra la ventilazione meccanica controllata termodinamica e una normale pompa di calore?

Le tradizionali pompe di calore aria/aria sfruttano il calore contenuto nell'aria esterna per produrre calore da mandare all'interno dell'edificio, ma hanno un'importante limitazione: più l'aria esterna sarà fredda, meno sarà il calore che possono sfruttare. Quindi, il rendimento (COP) in inverno diminuisce al diminuire della temperatura esterna. Invece la ventilazione meccanica controllata termodinamica, anziché sfruttare il calore dell'aria esterna, usa il calore dell'aria prelevata dagli ambienti prima di espellerla, quindi troverà sempre una temperatura vicina ai 20°C anche in pieno inverno, e il suo rendimento (COP) sarà sempre elevato e costante.

In estate il ciclo si inverte, ma il risultato non cambia: le tradizionali pompe di calore aria/aria devono produrre fresco, quindi devono sfruttare il fresco contenuto nell'aria esterna per produrre fresco da mandare dentro agli ambienti. Ma dato che fuori in estate fa molto caldo, il rendimento scende all'aumentare della temperatura esterna. Invece la ventilazione meccanica controllata termodinamica, anziché sfruttare il fresco dell'aria esterna, usa il fresco dell'aria prelevata dagli ambienti prima di espellerla, quindi troverà sempre una temperatura vicina ai 24°C, anche in piena estate, con un rendimento sempre elevato e costante.

Vantaggi della ventilazione meccanica controllata termodinamica

  • Protegge da muffe e umidità. L'isolamento termico e le finestre ad alta efficienza rendono la casa ermetica per non farle disperdere calore, ma agli ambienti rimane la necessità di un ricambio d'aria costante che in questo modo non avviene, aumentando il rischio di muffe e altri organismi malsani. Con un sistema di ventilazione meccanica controllata termodinamica è invece possibile godere di un giusto ricambio di aria e riscaldare o raffrescare l'edificio in modo efficiente.
  • Previene problemi di muffa. Tenere le finestre aperte fa raffreddare la casa e non impedisce la formazione di condensa e dunque di muffa. Con la ventilazione meccanica controllata termodinamica è invece possibile ricambiare i giusti volumi di aria e riscaldare gli ambienti con un alto rendimento.
  • Protegge dai danni causati dall'umidità all'edificio.
  • Preserva un giusto livello di umidità.
  • Riduce costi di manutenzioni.
  • Risparmio sui costi di riscaldamento. Con la ventilazione meccanica controllata termodinamica si riesce a ottenere il giusto ricambio di aria e a riscaldare o rinfrescare in tutto o in parte la propria abitazione. Per ottenere un giusto ricambio di aria negli ambienti, senza la ventilazione meccanica, dovremmo invece aprire le finestre per un periodo tale da far uscire fino al 50% del calore.
  • Risparmio sui costi di raffrescamento estivo. Nel periodo estivo è possibile invertire il ciclo e usare la ventilazione meccanica controllata termodinamica per rinfrescare in tutto o in parte l'edificio senza la fastidiosa e pericolosa necessità di lasciare le finestre aperte durante la notte. Si avrà quindi un raffrescamento degli ambienti molto economico grazie all'altissima efficienza COP del sistema.
  • Consumi elettrici ridottissimi.
  • Protezione acustica: funzionamento estremamente silenzioso della macchina e arieggiamento dei locali senza rumori provenienti dall'esterno.
  • Sicurezza: minore pericolo di effrazioni a causa di finestre aperte, nessun insetto indesiderato in casa, nessuno sguardo indiscreto dall'esterno.
  • Benessere: aria sempre sana, ambienti adatti a persone che soffrono di allergie o asma, nessun odore sgradevole proveniente dall'esterno, nessuna corrente d'aria.

Applicazioni della ventilazione meccanica controllata termodinamica

  • Abitazioni: la ventilazione meccanica controllata termodinamica è silenziosa e poco ingombrante, e può essere installata in varie posizioni: controsoffitto, sottotetto, scannafosso, eccetera. Le abitazioni in fase di ristrutturazione o costruzione sono ovviamente facilitate per la posa della macchina e delle varie tubazioni aria necessarie.
  • Locali commerciali: il principio della ventilazione meccanica controllata termodinamica è molto efficiente, pertanto, maggiori sono le richieste di ventilazione, maggiore sarà la possibilità di approfittare dell'elevata efficienza della pompa di calore e il sistema risulterà estremamente adatto anche ad applicazioni commerciali. In alcuni casi esistono degli obblighi specifici di legge riguardo al ricambio o al trattamento di aria, ma siamo in grado di affrontare qualsiasi tipo di ostacolo. Possiamo proporre valide soluzioni per bar, uffici e banche, negozi, farmacie, saloni di bellezza, palestre, piscine coperte, sale da ballo, scuole e asili, lavanderie, negozi alimentari, supermercati.

Incentivi per la ventilazione meccanica controllata termodinamica

La ventilazione meccanica controllata termodinamica e tutte le opere per la sua installazione accedono ai seguenti incentivi fiscali:

  • Detrazione Irpef del 50% in 10 anni per ristrutturazioni edilizie e manutenzioni straordinarie.
  • Detrazione Irpef del 65% in 10 anni per riqualificazione energetica ("ecobonus").
  • Conto termico.